Salta al contenuto
Rss




Chiesa Parrocchiale di San Giorgio (Sec. XVII)

immagine ingrandita Parrocchiale di San Giorgio - Facciata (apre in nuova finestra) Dedicata al patrono del paese, è opera dell'architetto luganese Giovan Battista Casasopra, allievo del Vittone e attivo alla Palazzina di Caccia di Stupinigi.
Fu costruita fra il 1753 ed il 1759 e consacrata nel 1764, dopo anni di discussioni sull'opportunità o meno di abbattere la vecchia chiesa medievale di San Pietro (annessa alla cella Monastica di Novalesa-Breme), poi divenuta parrocchia, ma ormai troppo piccola e fatiscente.
L'inaugurazione avviene il 28 ottobre 1764, giorno di Santa Giustina, con il trasporto del corpo della santa.
La chiesa venne intitolata a San Pietro, San Giorgio (cui erano dedicate le parrocchiali precedenti) e Santa Giustina.
L'imponente edificio barocco, è a navata unica rettangolare con sei cappelle, tre per lato, comunicanti, Tutto in mattoni a vista e si eleva sulla sommità del colle che domina il paese.
Prevale la ricerca della verticalità, attuata con la sovrapposizione di due stretti e alti ordini di lesene e colonne coronati da un frontone triangolare.
L'interno è una navata unica e rettangolare, con tre cappelle per ogni lato intercomunicanti, separate da grandi pilastri.
immagine ingrandita Parrocchiale di San Giorgio - Particolare (apre in nuova finestra) Sotto il monumentale altare maggiore, dominato da un grande crocifisso, all'interno di una grande urna lignea scolpita e dorata da Giuseppe Antonio Riva, sono custodite le reliquie e il corpo di S.Giustina, protettrice dei frutti della terra, festeggiata tutti gli anni la terza domenica di ottobre.
In quasi tutti gli interventi di rilievo della Parrocchiale (stuccature, dorature, intarsi) operano maestranze luganesi attive alla corte sabauda e in subordine artigiani locali.
I grandi affreschi sulla volta sono stati eseguiti nel 1853 e 1858 dai noti pittori torinesi Luigi e Rodolfo Morgari, padre e figlio.
L'attuale organo è stato realizzato nel 1866 dai Bussetti di Villanova d'Asti.
Tutte le pale d'altare della chiesa, Via Crucis compresa, sono state attribuite al pittore luganese Antonio Sariga (autore delle tele nella Cappella della Madonna delle Grazie nel Duomo di Chieri) e alla sua bottega.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di ANDEZENO (TO) - Sito Ufficiale
Piazza Italia, n.3 - 10020 ANDEZENO (TO) - Italy
Tel. (+39)011 9434204 - Fax (+39)011 9434466
Codice Fiscale: 90003860013 - Partita IVA: 01950080018
EMail: protocollo@comune.andezeno.to.it
Posta Elettronica Certificata: comune.andezeno.to@legalmail.it
Web: http://www.comune.andezeno.to.it


|